Dott.ssa Katharina Muslin

Medico – Chirurgo
Specializzata in Medicina Tradizionale Cinese e Agopuntura

CHI SONO

Mi sono laureata in medicina generale a Basilea, Svizzera.

Mi sono specializzata in Medicina Cinese Tradizionale in Cina nelle università di Wuhan, Bejing, Tianjin e Guangzhou dove ho appreso e perfezionato le tecniche di agopuntura, fitoterapia tradizionale cinese e Qi Gong per vari anni.

Alla fine dei miei studi in Cina mi sono trasferita a New York dove ho praticato la MTC per alcuni anni continuando a studiare e ad approfondire queste conoscenze.

Nel 1996 mi sono trasferita in Sardegna, Italia. All’università di Sassari ho sostenuto l’esame di stato come medico chirurgo che mi consente di lavorare come medico nel mio studio di Medicina Tradizionale Cinese e altre conoscenze olistiche ad Olbia.

Da allora ad oggi sto arricchendo il mio lavoro con studi nel campo della medicina tibetana, costellazioni familiari, Reiki, omeopatia, Psych K., medicina quantistica, psicoterapia, the Journey Method. Ho compiuto una formazione in dermatologia MTC con dott. Mazin Al Khafaji e la diagnosi del polso secondo dott. Shen con Scott Tower e Sybil Huessen. Continuo ad approfondire la conoscenza della medicina cinese studiando i testi classici e i Yi jing.

COME LAVORO

La medicina occidentale considera la mente ed il corpo come due parti da studiare e curare separatamente, mentre nella medicina cinese l’essere umano è percepito come l’universo intero in miniatura, la persona è intesa come un unico essere mente-corpo.

La malattia significa la rottura dell’armonia e dell’equilibrio delle forze che lo mantengono vitale.

Le due forze Yin e Yang descrivono i due aspetti complementari di ogni cosa, dall’atomo o dalla particella più piccola all’universo immenso e vengono quindi usate per spiegare il continuo processo di trasformazione nella natura.

Ogni cosa si muove, cresce e vive grazie all’azione di questi due principi interattivi, interdipendenti e complementari: L’oscurità diminuisce verso il sorgere del sole, il sole sale fino all’apice (Yang), scende, tramonta e la luce si reduce per diventare notte (Yin).

La malattia è un segnale d’allarme che rende ovvio quanto ci siamo allontanati dal nostro cammino evolutivo. Ci mostra come non siamo più in armonia con il nostro essere, con la nostra essenza.

La malattia è un’opportunità per crescere e un invito ad ascoltarsi più attentamente e con sincerità.

Partendo da questi concetti esamino il/la paziente con una scrupolosa anamnesi, la lettura del polso, l’osservazione, l’ascolto e il dialogo per arrivare alla diagnosi. Dopo di che valuto la terapia adeguata (agopuntura, Qi Gong, fitoterapia tradizionale cinese, consigli rispetto alla dieta, meditazione, dialogo e psicoterapia) per curare lo squilibrio corpo-mente-spirito.

Prima mi occupo dei sintomi fisici per poi esplorare insieme al/alla paziente nuove strade per migliorare la qualità della vita e creare una maggior apertura per affrontare la vita con coraggio e gioia.

Il/la paziente partecipa attivamente al processo di guarigione; attraverso il dialogo possiamo scoprire insieme le cause più profonde della malattia, della sofferenza e analizzare le possibili carenze nei vari aspetti della vita quotidiana, il cibo, le relazioni sociali, il lavoro, il tempo libero.

La medicina cinese è un sistema olistico che può offrire una cura a tutti i malesseri dell’uomo per arrivare ad una guarigione non soltanto fisica ma anche psichica e spirituale.

Questo non significa sempre una guarigione verso la vita, potrebbe anche significare di lasciare il corpo in pace, guarito con un cuore di luce.

 

About the Author